09 settembre 2007

Quante Pomarance? Tredici o quattordici ce ne erano!


Appuntamento alla stazione di Cecina in un assolato sabato d’inizio settembre.
Il treno da Bologna è in orario. Quello da Roma è in ritardo, ma la porta del vagone s’apre proprio di fronte a Lucia seduta in attesa su una panchina.
Risa di stupore e di gioia.
Aspettiamo gli altri sorseggiando un caffè d’orzo e raccontandoci le novità più urgenti.
C’è tutto il tempo dell’infinito universo, tra il vento e il sole, l’ombra degli alberi, la spensieratezza e le grida di rondini dell’ultima vacanza estiva.
Henry giungerà su una due posti cabriolet, insieme al Principe Sofisticato, mentre Hertz darà un passaggio a Rodocrosite da Firenze.
Chi viene dalla Costa Azzurra, chi da Ferrara, chi dalla Norvegia, chi dal Veneto, chi da Frascati, chi da Perugia... e fra i tanti qualcuno mancherà!
L'unica mia conoscenza è Lucia.

«Mi è giunta un'e-mail da Artemisia per invitarmi a un incontro tra blogger, partiamo?»
C’eravamo salutate sul binario della stazione Termini solo una settimana prima.
«Ma non conosco nessuno! Non sono blog su cui capito!»
«Sui blog di Henry e Artemisia sei passata… Dai, se non vieni tu, io non vado!»
La complicità dell’amicizia
è una vite che non smette mai di girare cercando profondità nell’incessante avvitamento.
Mi basta una notte, il giorno dopo sono già lì a controllare gli orari dei treni. Cecina sarà il luogo dell’appuntamento che dal virtuale condurrà al reale.
Per me è un’avventura nell’incognito.

Ma chi sono i blogger?
Uomini, donne, giovani, adulti, che scrivono e allacciano ponti virtuali tra esseri umani confusi nella vasta rete dell’immaginario.

Quando Henry, il Principe, Hertz, Rodocrosite passeranno a prenderci, ci siederemo sorridenti ed emozionati davanti a una birra, tra l’ombra, il sole, e il vento che scompiglia i capelli.
«Che blog sei tu?»
Visi sorridenti, sconosciuti, simpatici, un filo ci lega e raccontiamo di noi con entusiasmo fanciullo, smarriti nella novità, nel rituale iniziato da bimbi sulla spiaggia: «Ciao bambino, come ti chiami? Vuoi giocare con me?»

Poi due là, quattro di qua, distribuiti all’interno delle auto e di nuovo in viaggio sulla strada, cercheremo Il Guado del Sole. Luogo da fiaba tra morbide colline, immerso in uno sperduto cuore toscano di fertili onde verdi.
All’arrivo ancora smarrimento, altri visi sconosciuti ci vengono incontro. Presentazioni, baci, saluti. Gli occhi accarezzano e s’adagiano nello spettacolo della natura circostante, il tramonto ci sorride festoso, e un’azzurra piscina richiama con i suoi bagliori. Qualcuno vi sguazza alle ultime lingue di luce dorata.

Tu che blog sei?
Rimbalza la domanda, mentre si catturano nomi difficili da trattenere.
C’è chi indossa di corsa il costume, c’è chi già si conosce, e l’abbraccio è una spirale a fiato sospeso.
Tuffi nell’acqua tra brividi a pelle d’oca. Io osservo ancora stordita.

Il tramonto indora ogni cosa, si aprono le danze a scatti fotografici senza tregua, e a disagio di fronte agli obbiettivi che inquadrano, penso a via Veneto de “La Dolce Vita”, certamente meno immortalata di quell’ora a fine giornata sui bordi d’una piscina.




Fotografi professionisti e fotografi amatoriali, i blogger si scatenano fra lucenti riflessi liquidi, verdi tonalità collinari e oro di sole scendente, sui volti appena scoperti.


Formeremo una lunga tavolata, come un pranzo di Natale, tredici a tavola? No! Si aggiunga un posto! Ci sono anche due bimbe, delle mamme, ragazzi dell’86... Dell’86?!? Esclamazioni di sconcerto. Sono i ragazzi del ’69 che barcollano increduli di fronte a quell’anno di nascita. Sono la più grande, e dire che una volta mi trovavo ad essere sempre la più piccola del gruppo!
Vino, risate, battute… Forse ci eravamo incontrati in qualche precedente vita? L’emozione si spande, complice di sguardi che s’intrecciano e di brindisi che si levano.
La cena scorre come un banchetto luculliano fino al caffè. È solo mezzanotte. Eh, già! Solo mezzanotte e il mal di testa mi atterra.
Donna Danda De’ Pit si ritirerà nelle sue stanze, intanto nei saloni proseguirà la festa sino al mattino, la corte è al completo: il Principe Valerio di Caropepe, Donna Violante Marchesa di Belmonte, il Conte Federigo Della Spiga, Sua Eccellenza Danilo Di Calcata, Donna Lucia De' Tre Desideri, Sua Eccellenza Luigi degli Orefici, Donna Claudia di Mergellina, Donna Roberta din'goppa o’ Vomero, Sua Eminenza Don Antonio dell'ordine dei Gesuiti, Sua Eccellenza Fabio della Scala, Donna Camilla di val Pedrosa, Sua Eccellenza Paolo dei Nordisti.

So che assenzio, vino e altri liquori hanno scaldato i cuori, insieme a letture di poesie e racconti che ciascun membro di Corte ha liberato dal blog-scrigno per condividerle, a lume di candela, tra soffici cuscini nei saloni dell’incontro.


Due giorni da fiaba immersi nelle colline, tra sorrisi di persone che, appena abbracciate, sembrava di conoscere da sempre. L’animo fanciullo ha sorriso, riso e giocato. Ha osservato, fotografato, ritagliato. L’azzurra acqua della piscina ha accolto ancora la realtà di corpi virtuali, e le chiacchiere di vita si sono espanse nell’aria insieme al sole e alle pelli abbronzate.
La mattina ha l’oro in bocca e Donna Laura dell'Imago è giunta al tavolo della colazione in quel mentre, assente prima, presente finalmente.

Gli scatti fotografici ininterrottamente hanno continuato solerti il lavoro per documentare ciò che da virtuale s’è trasformato in realtà, e la creatività s’è sbizzarrita nel cogliere particolari e armonie d’ogni oggetto e volto.

E se la cena era stata una vigilia natalizia, il pranzo è divenuto una merenda scolastica. I compagni di classe ormai affiatati immaginavano già il prossimo incontro, inventavano trame per storie da continuare, nuovi personaggi, quelli da far sparire. C’era chi si emozionava al pensiero del saluto ormai prossimo, e chi faceva confessioni sulla propria fama.

La foto di gruppo, ritratto di Corte al completo, ha coronato, con smorfie e moine, aggiustamenti di corsetto e scelta del pittore, l’ultimo istante d’un film sceneggiato dalla fantasia dei suoi interpreti.

Sul treno del ritorno non sono rimasta immersa nel silenzio del ricordo.
Il mio viaggio verso Roma è stato in auto, in compagnia della coppia più simpatica e innamorata che mi è capitata d’incontrare in questi recenti anni di perpetue fughe dai sentimenti.
Dolce conclusione al bel week-end da fiaba alla corte del Guado del Sole, sono stata cullata da racconti di vita miscelati a confidenze sorridenti fin sulla soglia di casa.



34 commenti:

digito ergo sum ha detto...

Bell'evento. Descritto così, poi, ha un retrogusto fiabesco o, almeno, incantato. Un abbraccio.

PS: Sto ancora assimiliando la tua e-mail (graditissima). Appena ne avrò ca(r)pito appieno il senso brado che la forma, sarò in grado di risponderti. A volte, e questa è l'umana condizione, nell'anima ho tutte le parole che, dovendo arrivare alle dita, si disperdono in qualche meandro...

Simona ha detto...

Ciao meravigliosa dandapit,
seguirti è diventato per me un appuntamento!
Da te ho iniziato a girovagare per i blog dei tuoi "amici" e questo racconto e il video che ho visto, mi ha letteralmente fatto venire nostalgia, ma anche tanto desiderio di "teatro"...
Baci Simo
Ps. anche se non è così... mi sembra di conoscervi tutti!

hertz ha detto...

Speriamo ricapiti al più presto :)

artemisia ha detto...

CHE BELLO, DANIELA!!!

Mi hai fatto rivivere tutto! Che bei colori, che bella gente che siete...
Che bella idea che ci � venuta a me e al Marchese Federigo...altro che quella noia delle feste veneziane...

Meraviglia!

henry ha detto...

che meraviglia daniela! sei riuscita a farmi rivivere tutto e ora ho le lacrime agli occhi!
riguardo la foto e vi ritrovo tutti nei colori, nei profumi, nelle vostre parole, nei vostri sorrisi.

e' stato bellissimo ed e' solo l'inizio!
a presto e grazie ancora!!!

danDapit ha detto...

Per Tutti
Un salutone e grazie infinite per le vostre parole e la vostra meraviglia!
Ritorno "più tardi" a rispondere ad personam, per ora un bacio a ciascuno!

prescia ha detto...

ma che superfigata....alla prossima posso venire???????

giulia ha detto...

danDapit cara, come stai? Puntata veloce per salutarti. Non ho ancora una connessione mia. Torno a leggerti appena posso. Chissà quanto hai scritto!!! Un abbraccio e a presto.

pS ha detto...

Posso usare una sola parola?

"Bello".

danDapit ha detto...

@DigitoErgoSum
Un retrogusto fiabesco? ^__^
E' stato così! Veramente!!
Quando ti trovi a tu per tu con qualcuno che sapevi di non aver mai visto ma, superato il primo attimo, riconosci nei sorrisi, in parole che fluiscono libere, e in giochi come vecchi amici...beh è un sogno! Se poi aggiungi colline verdi e vecchi casali, la fiaba è al completo!

p.s. "il senso brado"? mi lascia perplessa quell'aggettivo lì, "stato brado" mi è più familiare...
Spero che il senso selvaggio si faccia cogliere! ;o))
Un abbraccione, io attendo!

@Simona
Ciao carissima, non smetterò mai di ringraziarti!
Bello allargare il giro dei blogger, no??
Nostalgia di teatro originata dall'incontro di gruppo? ehhh, sì, è vero, potrebbero unirsi le cose!
Ma il teatro perchè non lo continui? Mi incuriosisce questa cosa!
Bellissimo che mi dici che dal racconto ti sembra di conscerci tutti!
Un bacioooone!

@Hertz
Uhei! benvenuto qui!
Sì, speriamo! Dipende da noi... Riorganizziamo, e "al più presto"??
;o)

@Artemisia
Oh, come sono contenta di vedervi piano piano affacciarvi qua!
Mi sembra già un inizio di rincontro...
SI', una BELLISSIMA IDEA Donna Violante, la Sua e quella del Marchese della Spiga! Siete stati bravissimi... e l'alchimia... perfetta!
Sono felice che il racconto ti sia piaciuto, un baXone!

@Henry
Yuppidù! Felice d'aver commosso il poeta!
Che bello ciò che dite, che vi ho fatto rivivere quei momenti! Mi sono inserita a mo' di gatto dal passo felpato, ma come sono felice d'esserci stata!!!
Grazie a te, e a tutti!

@Prescia
Ciao, e benvenuta!!
Mi chiedi della "prossima"?
Alla prossima suoneremo il corno da caccia! Il suono si espanderà per le campagne e così in tanti accorreremo! ;o)
Un salutone, a prestoooo!

@Giulia
Bentornata! ..ma sei tornata? Ancora senza connessione? Ti attendiamo!
Non ho scritto tanto, l'estate ha frenato anche me... E tu come stai?
Un bacione!

@pS
...e ti aspettavo, eh!
Come poteva essere che il Principe non varcasse le soglie di Setalend?
Mi sarebbe dispiaciuto! ;-)

Puoi usare solo una parola, certo!
E io ti ringrazio! ^_^

Simona ha detto...

Ciao e grazie per la meravigliosa accoglienza che sento nel ricevere le tue risposte...
Si, l'unione e la "storia" di questo incontro, mi ha fatto emergere ricordi.
(specialmente nel video che vi ritrae "l'ultimo istante d'un film")
Il dietro le quinte...
l'atmosfera che gli attori vivono prima di andare in scena.
Tutto quell'andare avanti e indietro in un moto perpetuo che
rispecchia lo stato interiore... agitato...irrequieto...
Si apre il sipario è stop!
Un immagine perfetta, composta...
come in una foto scattata che mostra il meglio e nessuno può sapere che sino ad un attimo prima il "quieto paradiso" era un inquietante "inferno"...
Bacioni Simo

Diego D'andrea ha detto...

Anche a me piace molto il modo in cui hai raccontato, sai?
Splendide riflessioni descrittive!
Un abbraccio
D
p.s.
Nella foto di gruppo tu e Lucia siete riconoscibilissime: una la più abbronzata, l'altra la più occhialuta ;-))

lophelia ha detto...

Che bel racconto, grazie. Ho compensato con l'immaginazione la parte mancante...alla prossima!

danDapit ha detto...

@Simona
Buongiorno "teatrante"!
E' veramente carino come descrivi il fermento d'una preaparazione per "andare in scena", e fra l'altro unito al video alla Ridolini del Principe S., è buffo!
Mi fa sorridere ancora di più al pensiero del momento in cui eravamo tutti lì in posa per la foto... (in realtà non c'eravamo accorti che lui aveva avviato la ripresa, infatti c'era chi ci passava davanti tranquillamente!)
...L'accoglienza è un'aprire la porta a chi giunge, e il blog è comunicazione, quindi sempre Benvenuta con il tuo apportare e incrementare lo scambio! ^_^
bacioXxX

@Diego d'A.
Sai che mi fa molto piacere sentirmelo dire da te?
Non so perchè... però è così!
E, circa il post-scriptum, mi hai fatto scoppiare a ridere!
Sia per me che per Lucia.
In quella foto di me si vede ben poco: sono di taglia piccola, in più con i capelli neri, gli occhiali neri, la maglietta nera, e accucciata in basso...Risalta solo il bianco dei denti! ah ah!! ;-D

@Lophelia
Ciao dolce Lophy!
Sono felice di averti fornito un pezzetto di puzzle mancante, grazie a te!
(la colpa non è del fatto che eri assente, ma dell'occhio che è uno solo! ...BATTUTACCIA!!!!)
Un bacione =___=

Sergio ha detto...

Lo hanno già detto in molti, deve essere stata proprio una splendida festa. Eppure, credo, prima di partire alcuni si saranno chiesti: ma vado proprio? mi piaceranno? ed io piacerò...
E poi si parte, i dubbi scompaiono e l'avventura inizia.

StefaniaB ha detto...

Ciao Danda, deve essere stata veramente una bellissima esperienza. Il tuo racconto è davvero speciale, sembra di essere lì a vivere tutto quanto insieme a voi ma, in realtà questo potrebbe farlo qualunque cronaca dettagliata dell'evento. Quello che metti di speciale tu invece, è che attraverso le parole che scegli di usare trasmetti la tua visione, il tuo vissuto e dai un notevole valore aggiunto a qualcosa che da "banale" diventa "poetica e viva"...ops.. non so se mi spiego (vorrei avere il tuo dono con le parole ;)).
Bellissimo il "dietro al set" in video che con quel brulicare di immagini, secondo me, dà una chiara visuale del voi insieme e dell'individualità di ciascuno... ok, oggi forse facci un po' fatica a descrivere cosa penso :DDD Prendetemi così...;D
a presto!

lucia ha detto...

Che bellezza!
"La complicità dell’amicizia
è una vite che non smette mai di girare" è una delle definizioni più belle che abbia mai letto.
Quanto mi piaci quando tiri fuori queste cose!
Torno torno.
Ho altro da dire...

danDapit ha detto...

@Sergio
Ciao! e bentornato...
Sì, è stata un'avventura! Ma non ho fatto in tempo a chiedermi molto, ero agitata, questo sì! Mi agitava proprio il fatto di NON SAPERE NULLA: "lo sconosciuto"...di persone, blog, luoghi, ma forse era proprio la curiosità e l'apertura al nuovo che mi ha spinta a tuffarmi! :-)

@StefaniaB
ops, certo che ti spieghi!! ^_^
Le tue parole sono perle di collana, una di seguito all'altra, e mi dicono molto! E ti ringrazio!!
...e per il "dietro set", sorrido quando parli di "Insieme" che contiene "l'individualità di ciascuno"... Sensei insegna? Eravamo in Itai Doshin!... e chi legge, eccetto io e te, cosa capirà? ;O)
Penso di aver colto bene ciò che vuoi dire!
Questo week-end mi ha fatto ripensare a Fiuggi l'anno scorso, tanto più che è stato in contemporanea. Tante persone che non si conoscono, unite dalla stessa intenzione...
Quante cose ho imparato! Un anno fa, come quest'anno!
A prestoooo e grazie!

@Lucia
Quanto mi piace quando arrivi!
^___^

"La complicità dell’amicizia
è una vite che non smette mai di girare".

Sì, non è così? E quanto la stiamo girando 'sta vite!! ;-D
Torna, che ti aspetto...però attenta, l'hai detto, non dimenticarlo!!
(come punzecchio!!)

Tanto ora arrivo anch'io, eh eh!!

vesuvio ha detto...

ciao carissima, arrivo semopre in ritardo..eppure mi sforzo di essere puntuale. e' il tormentone della mia vita!pero' fprse cn qualche giorno di distanza e' stato ancor piu' bello leggere il tuo post, (ri)trovare le foto, le parole, i racconti, le persone dietro questi...grazie mille. a presto, cn puntualita', ro

Claudia ha detto...

... che scrivono e allacciano ponti virtuali tra esseri umani confusi nella vasta rete dell’immaginario...

Mi cullerò con queste parole!
Grazie

sonia ha detto...

Il luogo d'incontro sembra essere davvero bello. Ma che cos'era, un agriturismo? Una casa di quelle che si possono affittare, oppure era di proprietà di qualche blogger? :-)

Dimmelo pure... curiosona! ;-)

Antonio ha detto...

Ciao Dany... grazie di quest'ultimo quadro... e delle piccole lacrime che m'hai fatto spuntare. Un'altra testimonaianza della magia di quell'incontro...
E grazie per le belle parole sulla coppia più simpatica e innamorata. Sai, finora non mi ero mai imbattuto nell'impressione che diamo all'esterno... Mi hai reso proprio contento!!!! ;o)
L'immagine delle vite dell'amicizia la sento fortemente mia...

danDapit ha detto...

@Vesuvio
Ciao Roberta! Perchè sei in ritardo? no, assolutamente!!
...e poi anch'io io sono una ritardataria affannata, quindi hai piena comprensione per questo stato!! ^__^
...inoltre il ritardo qualche vantaggio a volte ce l'ha, stando a ciò che dici di aver qui trovato! ;)

Un bacione a te e alla topolina!

@Claudia
Uhei! Vi siete date appuntamento qui, gemelline? una dietro all'altra!
Sono felice della culla che t'ho lasciata, la immagino come un'amaca su cui ti sei distesa...per, poi, appisolarti!
Grazie a te,
a kiss! :-*

@Sonia
Il luogo d'incontro era una fiaba nel verde! Gli elementi per ritrovarlo ci sono tutti, sparsi qui sul post! ^__^
Non era la casa di qualche blogger, no!

In effetti sono proprio curiosa!!!!! ;-D

@Antonio
Che bello che mi appari qui!
...veramente ti ho fatto spuntare delle piccole lacrime? A me fai spuntare un sorriso!
Grazie per ciò che dici!
..Riguardo alla coppia, e all'impressione che date all'esterno, anche le fotografie parlano limpidamente!
O no?? =___=

...e per la vite... siamo tutti d'accordo! Avvitiamo, avvitiamo!!
Un bacione!!!

rosex ha detto...

Stupendo, Dandina :)

Racconto che cattura coi suoi fili sottili il lettore, lo porta lì con voi e tesse la trama di quei momenti così fantastici...tanto da sembrare fantasia.

Bello. Ancora sono persa nella luce del tramonto... ;)

ASSU ha detto...

Meravigliosa Danda. Tu mi restituisci, con questo racconto, ricordi custoditi nel mio profondo.
Bei momenti. Bel racconto. Scritto in maniera molto coinvolgente. Speravo non finisse mai. Non capita spesso, sai?

Un abbraccio.
assu

danDapit ha detto...

@Rosex
Ciao bellissima!!
Mamma mia, quante parole belle e poetiche, anche le tue!
Mi piace: "tanto da sembrare fantasia"... infatti questo era lo stato d'animo che scorreva lì!
Come se ciascuno si chiedesse: "Sogno o son desto?"

Hai colto... nonostante il sole negli occhi! =___=
(posso dire qualche stupidaggine, ogni tanto?)
GRAZIE e un BACIONE!

@Assu
...stavo preoccupandomi per la tua assenza! Già ero pronta col dito sospeso sulla tastiera per una mail! ;o)

Sono felice di ciò che mi lasci delle tue emozioni...compreso lo sperare che non finisse mai!
...e giuro che ci credo che non capita spesso!!!!! ^_^

ROKKO ha detto...

Bè che dire veramente bello!
Ormai sono abituato ai tuoi racconti decritti con cura che fanno vivere la storia anche a noi che li leggiamo.
Abbraccione....
Ciuusss

danDapit ha detto...

@Rokko
Accidempoli! se ti sei abituato, ormai, ai miei racconti che fanno vivere le emozioni...devo scriverne qualcuno di diverso per distoglierti dall'abitudine! Altrimenti mi finisci nella noia!
Come potrei scriverlo? dark? noir? sado-maso? alla "facciamolo strano"? Nudo e crudo? ^.^
...Suggerimenti?
A parte il mio umorismo da quattro soldi, grazie!
E soprattutto del tuo passaggio, perchè invece io ancora non mi sono abituata a ri-vederti, e mi fa sempre piaceeeereee!!
CCiuuuussss!

ASSU ha detto...

Le tue mail sono sempre gradite, anche quando non ho il tempo di rispondere subito. Quindi giù il dito! Quando vuoi.
Un abbraccio.
assu

danDapit ha detto...

@Assu
^__^ ok...!

(ehm...vedo che siamo due nottambule...)
;oD

daniela ha detto...

Che bel racconto Dani! E che bell'incontro! Siete riusciti a vivervi il mondo da fiaba che tu magistralmente hai raccontato.
Ogni tanto un "incontro al buio" ci vuole, serve per dare un pò di sale alla routine. Non conosco nessuno dei blogger intervenuti, a parte Lucia naturalmente, ma sembrate affiatati, al di là delle diversità, dell'età, degli interessi: forse è proprio la fantasia fanciullesca che vi accomuna. Un abbraccio e... alla prossima statistica! (spero di telefonarti subito stavolta)

danDapit ha detto...

@Daniela
eh eh! Sì, è stato un bellissimo incontro, un'occasione speciale... Un incontro al buio? beh, era in piena luce a dire il vero, e quando è giunto il buio, io sono crollata come una pera cotta!
A parte le battute, sorrido a pensare ai discorsi fatti fra me e te sul virtuale e il mondo blogger!
Ricordi?
...
Sì, ...la fantasia fanciullesca era uno spirito che scorreva parecchio direi...Signori e Signore, ecco a voi Stravaganza Group!
=___=

(alla prossima statistica! sì, chiamami subito, eh eh!!)
bacione

rodocrosite ha detto...

Ciao Daniela! Grazie di tutte queste tue parole e delle foto: mi ha fatto un'impressione stranissima vedermi lì e con quel commento sull'amicizia, poi.
Davvero grazie.

danDapit ha detto...

@Rodocrosite
Ciao Camilla! oh, finalmente sei arrivata...ti aspettavo!!
Sono contenta che anche a te piaccia questo racconto...e grazie a te!
Impressione per la foto con il commento sull'amicizia accanto? eh, ma quell'immagine rafforza le mie parole, è bellissima nei vostri sorrisi solari!
un bacione!