23 dicembre 2007

« Pace in terra agli uomini di BUONA VOLONTA'! »


Infilavo la roba nelle buste.
Gesto meccanico e veloce, la roba arrivava dalla cassiera, e io infilavo, infilavo. A un tratto mi trovo con le dita sporche.
Mi fermo, guardo. Yogurt. Osservo a destra il vasetto appena preso in mano, è sano. Mi giro a sinistra verso la busta e mi ci tuffo dentro. Un altro vasetto. Eccolo. È aperto in verticale lungo il bicchierino, lo sollevo e mostrandolo alla cassiera, dico: «Questo yogurt è rotto!»

Lei, che ormai ha finito con me -ho già pagato e sto togliendo gli ultimi oggetti della spesa dal piano cassa- si volta a guardarmi e, col mento leggermente alzato, mi risponde rigida:

- Quando è passato alla cassa, era sano. È caduto a lei!
Qualcosa, nel mio scontato equilibrio, vacilla.
- Eh? No, guardi, io l’ho preso e infilato nella busta. Non mi è assolutamente caduto. Come poteva cadermi? La busta è nel carrello! Me ne sono accorta sporcandomi le mani di yogurt con un altro vasetto sporco a sua volta.
- Ecco, appunto, io non mi sono sporcata, quindi era intero. Si è rotto a lei.
- Non si è sporcata probabilmente perché non l’ha toccato dove era rotto… comunque a me non è caduto, l’ho infilato dentro già spaccato.
- Che sta succedendo? – si intromette una giovane donna, gestrice del supermercato.
- La signora vuole cambiare uno yogurt, dice che era rotto da prima, invece era sano.
- Lo yogurt non era sano!

- Scusate... Guardate... poco fa c'era una ragazza – si intromette una persona della fila – e ho visto che ha raccolto uno yogurt da terra e l’ha rimesso qua sopra.
Insieme alla gestrice del supermercato ci spostiamo di fianco alla cassa, e a lato del nastro su cui scorre la merce da pagare, là sul pavimento, giace la poltiglia rosa e densa di mezzo vasetto di yogurt, ancora fresca di delitto.
- Ecco, signora, vede? Lo yogurt è caduto da qui, non è colpa nostra se i clienti appoggiano in malo modo la merce sul nastro, ci vuole attenzione! Se la roba cade e si rompe… noi non siamo obbligati a risarcire! -
Intanto la gestrice aveva afferrato un foglio di scottex, si era chinata a terra, e con un solo gesto aveva assorbito la pallida crema rosa nel fazzoletto di carta.
- Ma io stavo imbustando la roba e non mi sono accorta di nulla! Sto ricostruendo ora con lei! Il fatto è che mi sono ritrovata un vasetto spaccato nella spesa. Quando poi l’ho fatto notare, sono stata accusata d’averlo rotto e di volerci marciare!

- E cosa vuole ora, uno yogurt nuovo? Vada e se lo prenda! Tutta 'sta polemica per 20 centesimi?
- No,non ci siamo! A parte che i 20 centesimi mi sembra siete voi a non volerli perdere, e poi la polemica non l’ho aperta io, bensì la cassiera, che quando le ho mostrato il vasetto rotto mi ha detto che l’avevo fatto cadere io!

- Senta signora, – la cassiera, sempre in piedi dalla sua postazione, senza smettere di passare la merce sul lettore elettronico, interviene di nuovo - non è la prima volta che lei lo fa! La riconosco! Già altre volte l’ha fatto… Rompe qualcosa e vuole che gliela sostituiamo!
- Cosa?? … Guardi che si sbaglia! …Mi confonde con qualcun altro! – rispondo fissandola incredula.
- No, no! Non mi sbaglio! È proprio lei!
- Va bene. …Ascolti, - rivolgendomi nuovamente alla gestrice del supermercato- io stavo imbustando la spesa, che lo yogurt fosse caduto non ne sapevo nulla. L’ho capito ora ricostruendo insieme a lei il fatto. Adesso è assurdo che mi si dica che sono stata io a farlo cadere, accusandomi fra l’altro di marciarci! –
- Allora, primo, abbassi la voce, e poi nessuno l’accusa… Perchè invece di parlare sempre lei, non mi ascolta? Dovete stare attenti a come appoggiate la merce sul nastro della cassa…
Sento la collera che sbuffa come vapore compresso, sono stufa di un battibecco che non avrà alcun approdo. So che mai andrò fino al frigorifero a prendermi un vasetto di yogurt guadagnato dopo un’arringa urlata nell’umiliazione di quel trattamento.
Afferro il manico del mio carrello come fosse la slitta di Babbo Natale, e incitando renne immaginarie, lo spingo verso l’esterno col turbo della mia furia, mentre dalla gola chiusa esce:
- Sa che le dico? Vi regalo i vostri 20 centesimi!
Avevo voglia di gridare:
«Strozzatevi col vostro yogurt, e mi raccomando: buon Natale!».
Ma il pensiero cattivo, associante il Natale a quella delizia di sceneggiata, l’ho tenuto per me.
In fondo, anche se non fosse stato Natale, si sarebbero comportati così, quindi, cosa cambia?

Per fare le guerre ci vuole veramente poco.

12 commenti:

BiancaC ha detto...

Ti auguro un felicissimo Natale, ci leggiamo presto!

danDapit ha detto...

@BiancaC
Grazie! Auguri anche a te...
Sì, a presto!! ^__^

artemisia ha detto...

Auguri carissima, buon Natale!

danDapit ha detto...

@Artemisia
Grazie, Arte, ...il mio post è pieno di Babbi Natale, ma gli auguri non ci sono!...non ci sono PROPRIO, anzi!!

Passerò da te personalmente a farteli! ^__^

daniela ha detto...

E' proprio vero il detto "Acido come uno yoghurt"! :-)
Come disse un giorno Qualcuno, non ti curar di lor ma guarda e passa.

Buone Feste Dani. Di cuore. Appena mi rimetto (sto ancora male sì, mi viene da piangere) organizziamo una tombolata? Eh eh sperando che non sia per il prossimo Natale!

Bacione.

ROKKO ha detto...

Auguroni!!!

danDapit ha detto...

@Daniela
Appena ti rimetti!! e non al prossimo Natale, of course!! ^__^

"Acido come uno yogurt"? *___*
...E se fosse stata la gentil fanciulla che l'ha raccolto a farlo cadere inavvertitamente?...
Ma tu l'avresti rimesso al suo posto uno yogurt, caduto ai tuoi piedi, spaccato?
Dai!! Quiz natalizio!!
;oD

AUGURONI per TUTTO!!
E bacione anche a te!

@Rokko
Whishes to U, Mr.Rokk!! :-)

Sergio ha detto...

ti faccio i miei migliori auguri di un felice Natale e di un sereno anno nuovo per te e per tutti coloro ai quali vuoi bene
Sergio

danDapit ha detto...

@Sergio
Grazie! Un augurio grande anche a te... esteso a coloro ai quali sei legato!
:-*

rodocrosite ha detto...

Oho ohi che situazione incresciosa, comunque fosse successo a me gli avrei detto a muso duro che non ero stata io, che ci credesse o no e me ne sarei andata senza lo yogurt rotto, cavoli!
A volte polemizzare è solo un'inutile perdita di fiato.
P.S.
hai fatto bene a riprendere a scrivere alla svelta. Grazie cicogna!

angelo ha detto...

Io invece avrei preteso lo yogurt intatto e sarei stato anche più duro con la cassiera "Ma come si permette di insinuare che..."
Si vede che sono genovese? :-)

Però non avrei mai messo una confezione danneggiata al suo posto, proprio per la paura che qualcuno la potesse prendere per buona, piuttosto avrei detto ad un commesso che mi era caduta e se avesse voluto l'avrei pagata.

Ma ci vuole correttezza da parte di tutti!

Adesso il minimo è fare la caccia alle confezioni scadute esposte in vendita!! :-)

danDapit ha detto...

@Rodocrosite
Grazie a te Rodo per ciò che dici!
Sia per aver espresso la tua opinione sul fatto, sia per il chiamarmi "Cicogna", che torna presto a scrivere!
Grazie per questo commento!!!
E un bacione/one!

@Angelo
Ah ah!! Dici che è perchè sei genovese? Ma se fosse capitato a te, saresti stato fra genovesi, quindi battaglia ardua!! :-DD
Circa la confezione danneggiata, il fatto è che il signor yogurt ha deciso di cadere dal piano cassa, quindi poco prima che io lo pagassi! Quando l'ho preso dal frigo era sano (secondo la ricostruzione fatta lì per lì, anche raccogliendone la polpa da terra!)...
La cara ragazza che lo ha rimesso su mentre stavamo alla cassa, avrebbe dovuto dire: "Ehi, signori! Questo Yogurt è caduto e si è spaccato!", invece di riappoggiarlo sul nastro e farlo tranquillamente digitare sul mio conto dalla cassiera...che poi ha incolpato me del misfatto!
Comunque, se questo accadimento d'ordinaria maleducazione l'ho trasformato in post, è solo perchè è avvenuto sotto Natale, periodo macchiato di molto ipocrisia!

...Per le confezioni scadute, cerco sempre di ricordarmi di guardare la data! ma che stress tutte queste attenzioni per non essere fregati!!!
E poi: mai capitato che anche se la data non è scaduta, apri e trovi muffa?? a me sì! :-/
Baci baci siur genovese!
=__=