25 maggio 2007

dedicato agli UOMINI e alle DONNE che vivono con coraggio: VINCENDO!



"Il coraggio fronteggia la paura
e quindi la domina.
La codardia reprime la paura
e quindi ne è dominata.
Le persone coraggiose
non perdono mai il gusto di vivere,
anche se la condizione della loro vita
è priva di gusto;
le persone codarde,
sopraffatte dalle incertezze della vita,
perdono il desiderio di vivere."

Martin Luther King


20 commenti:

panzabiker ha detto...

bello quando gli amici mi ricordano che sono un codardo!^.^scherzo riesco ancora a stare in "equilibrio sopra la follia"

ciao!! il nostro martino ogni tanto qualche frase carina la tirava fuori. però vorrei fare un ricordo anche a quelli che, nonostante tutto il coraggio e l'impegno non riescono a dominare la vita.

foto di volti che dopo poco non hanno più un nome. un abbraccio gigante!!

p.s. aspetto una tua mail. scrivimi ancora!!

Cilions ha detto...

Guarda il caso... nel mio ultimo post ho proprio citato Martin Luther King...
Lui è un esempio importante da seguire, anche se il mondo è difficile e fa paura...

Sergio ha detto...

Beh, le frasi celebri dei grandi uomini hanno sempre valore. Però, come la mettiamo nel mio caso? Nelle situazioni difficili ed anche gravi metto da parte la paura e affronto le cose con lucidità, freddezza e coraggio. Quando però si tratta di affrontare uno scontro fisico oggi ho paura, mi tiro indietro e poi me ne vergogno per anni.
Mannaggia! (questo però vale solo per la mia persona, se si tratta di difendere gli altri continuo ad affrontare lo scontro fisico anche se, data la mia età, sicuramente perdente).

giulia ha detto...

Sicuramente Martin Luther King scrivendo queste parole aveva in testa scenari diversi dai miei. Io provo a rapportare queste parole alla dimensione del mio quotidiano, penso di potere dire che riesco a dominare bene la paura e ad essere coraggiosa in linea di massima, quindi il gusto della vita in qualche modo credo di averlo. In questo senso credo di essere una persona fortunata. Bisogna riconoscere che talvolta e per alcuni è decisamente più difficile, però. Un abbraccio.

myRandAe ha detto...

La codardia è non avere coraggio di decidere. Quando una decisone e una scelta occorrono.
I compromessi non smuovono cambiamenti, contemporaneamente non danno ansie a chi coltiva paure senza affrontarle.
Il coraggio serve per vincere le sfide con se stessi, se si ha coraggio di sfidarsi.

Questo mi sollecitano tali parole.

ASSU ha detto...

L'orgoglio che "quelli della mia specie" si portano dietro spinge a scelte coraggiose. Credo di averne fatte tante nella vita. Codarda non credo di esserlo mai stata, ma paura ne ho avuto e ne ho e spero di averne sempre perché la paura è un segnale d'allarme importante che mitiga l'istinto che, talvolta, può avere l'irruenza dell'inesperienza.
A presto
assu

danDapit ha detto...

@Panzabiker
Ciao!
Riprendo da queste tue parole: "...però vorrei fare un ricordo anche a quelli che, nonostante tutto il coraggio e l'impegno non riescono a dominare la vita."
E sottolineo il contenuto della frase di M.L.King: "Le persone coraggiose non perdono mai il gusto di vivere, anche se la condizione della loro vita è priva di gusto."
Il coraggio nel vivere non significa "avere sotto controllo" gli eventi, piuttosto avere la forza per cavalcarli! E per non demordere mai, qualsiasi cosa accada!
Sono certa che un modo di vivere così, non resti foto sbiadita e senza nome...
...Poi, seguendo il tuo "humor": nella follia non manca coraggio!!
;oD

Un abbraccio a te!!!
(il sole m'ha fregato, se ne è andato, e a casa son rimasta!!)

@Cilions
Sì, è vero! M.L.King è stato un esempio di coraggio nella sua lotta contro la discriminazione del colore della pelle in America!
Le sue sono parole concrete, basate su fatti reali e su un coraggio che ha portato grandi cambiamenti!

Francis!! Allora ora posso CREDERCI!!! ...al fatto che ogni tanto ripassi per Setalend...
^____^

@Sergio
Mi hai fatto sorridere!
Sì, ti ci vedo a difendere le persone che ti stanno attorno, se non altro, per come hai difeso nel post precedente la tua amica che ha un marito "ancient regime"!
Ma lo scontro fisico non è richiesto nell'avere coraggio!!
O meglio: per arrivare allo scontro fisico non c'è bisogno di coraggio, basta una certa dose di collera e sangue caldo!
Il Coraggio citato da M.L.King, e che volevo richiamare, è il CORAGGIO che serve per affrontare la vita!
Ovvero: anche il coraggio di guardare in faccia le proprie paure e saperle riconoscere.
Questo è assai difficile, specialmente in una società come la nostra, in cui arriviamo a sentirci "stupidi" se non ci costruiamo tutto a portata di mano e soprattutto sotto la portata del controllo!
Il CORAGGIO è altro, e VINCERE è il "vincere in ciò che crediamo"!
Cosa che non è a portata di mano, nè a portata di controllo.
Scommetto, in questo senso, che sei vincente!!
;o]

danDapit ha detto...

@Giulia
Innegabilmente è difficile!
Come ho espresso anche a Sergio.
Ma se fosse facile, non servirebbe CORAGGIO!!
Però è vero che tirar fuori coraggio da noi, dà un sapore diverso alla vita!
Dici di ritenerti in fondo una "persona fortunata"... Ma questo tipo di "fortuna" l'attingiamo da noi stessi, non pensi?
(lo dico pensando a dei miei cambiamenti, dall'aver avuto paura di certi passi, alla forza acquisita nell'averli compiuti...)
Un bacione!

@Myrandae
Parli di coraggio nel riuscire a sfidare se stessi e di non cadere in compromessi, che lascerebbero inalterate le situazioni senza andare a toccare le paure, anzi coprendole e coccolandole...poverine...
beh, è una bella analisi!
Asciutta, ma giusta...car/o/a Myrandae! ^-^

@Assu
La paura può essere utile, in effetti: è l'indicatore di un nostro limite.
Giunti a tal confine con noi stessi, bisogna vedere che ci facciamo con quel limite: lo affrontiamo per allargarci, o ci fermiamo rendendolo intoccabile?
Lì la scelta, la decisione, il coraggio.
E non per buttarci allo sbaraglio, ma per "diventare più grandi"...
Un abbraccio, a presto!

panzabiker ha detto...

infatti non mi riferivo alla frase ma al titolo che hai dato^.^ in effetti ci ho pensato dopo. anche qui il sole è andato via sono appena rientrato ma mi tocca uscire ancora. buon week end ciao ciao

Morgan ha detto...

Martin era un figo! :)

Bhuidhe ha detto...

Quanto coraggio si vede intorno a noi ogni giorno, silenzioso e mai premiato. Eroismo meno, grandi atti di estremo sacrificio ripagati con medaglie e trombette non sono del nostro quotidiano, ma superare ogni giorno le difficoltà, gli ostacoli, la perdità della speranza, le delusioni. Quante battaglie ogni giorni soltanto per arrivare alla sera. Lo vedo intorno a me ogni giorno e mi meraviglio.

danDapit ha detto...

@Panzabiker
Buongiorno!

@Morgan
Martin ha vissuto per trasformare.

@Bhuidhe
Ciao!
Sono sempre felice di trovarti qui!
Sì, di coraggio intorno a noi ce ne è molto!
Concordo, le battaglie sono quotidiane, ma il coraggio si premia da solo!
Aspettarsi un riconoscimento no, non funziona. In verità ogni volta che la mia scelta ha richiesto coraggio, solo col tempo si è formata la risposta e il sapore della vittoria.
E penso che questo lo sappia riconoscere chiunque nella propria vita!
Per questo il titolo (Panzabiker) l'ho dedicato a tutti coloro che esprimono coraggio, Vincendo!
Un salutone Bhuid!

daniela ha detto...

Cos'è questo post, la risposta al mio sulla paura?? :-)

Sono d'accordo col caro MLK. Avercene un decimo del suo coraggio!
Ciao Dani, bacini!

Pier ha detto...

Conosco un'altra frase molto bella di MLK, che sembra la conseguenza diretta di quella che hai scritto tu:
Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi andare bene nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati e i tuoi dolori.
...Ci vuole molto coraggio per fare questo!

danDapit ha detto...

@Daniela
E' un caso!!
Un caso tra le "cause"!!!
Ho postato ciò, e dopo ho letto il tuo post! E mentre leggevo sentivo un "Ophs!" affiorare in me!
Mai avrei scritto questo post come risposta all'imperversare del "tuo incubo"!
ma lo so che lo sai...
E poi... MLK è uno dei "TRE MAESTRI DI PACE", mostra tenuta a Roma nel 2002!
^___^

bacini anche a te!!

@Pier
eh eh...
sghignazzo pensando ad altre righe scritte...
Sì, è vero! Ogni forma di "attaccamento", specialmente al "Passato" non fa evolvere. Fa restare FERMI.
Ma, siccome la vita non si ferma mai, il tempo continua a scorrere e noi a "crescere/invecchiare/crescere" ogni attimo, l'attaccamento e il restar fermi equivale a TORNARE INDIETRO: come al Gioco dell'Oca!

Bella questa frase che tu citi! E' un'esortazione a non restare legati ai propri fallimenti e alla sofferenza, ma a rimettersi sempre di nuovo in gioco!
Ci vuole coraggio a rimettersi in gioco una volta caduti?
Da bambini lo facevamo...basterebbe ricordarsi come si fa!
"Basterebbe"!!
;o]
un salutone!

Diego D'andrea ha detto...

Coraggio e paura... talvolta sembra che l'esistenza si regga in bilico sulla loro intersezione!
Saluti D

sonrossi@gmail.com ha detto...

VERISSIMO. Complimenti. un bacio. So'

grazia ha detto...

...passo per lasciarti un caro saluto....
ciao...

danDapit ha detto...

@Diego d'Andrea
E' vero! sono le due facce della stessa medaglia. Vincere le paure dà coraggio. Non aver voglia di affrontarle, porta a ripiegarsi su se stessi...
Ma il coraggio non nasce dal niente...non per grazia ricevuta!
Sta lì, nell'intersezione, "il quid"!

@So'
Un bacio anche a te!
Grazie d'aver lasciato il tuo segno...

@Grazia
Felice di ritrovarti, un caro saluto anche a te!

Sergio ha detto...

Cara amica, un importante scienziato italiano, che è uno dei massimi esperti europei sull'inquinamento ambientale, ha lasciato un interessante commento sul post riguardante "l'uranio impoverito" che Antonio mi ha gentilmente concesso di ripetere sul mio blog. Conferma, altresì, la non pericolosità delle cosiddette "polveri di cocaina" nell'aria, tanto sensazionalisticamente sbandierate da giornali e televisione. Se puoi, dacci un'occhiata. Saluti cari.