04 ottobre 2006

Salinas: " Io Non Posso Darti di Più "


"LA VOCE A TE DOVUTA"
è la raccolta delle poesie
da cui la presente è tratta,
e ringraziando Vincenzo
che mi ci ha condotto,
qui la posto,
dedicandola poi...

...AL MIO AMORE...
...Che, Con Sfrontata
Sincerità,
Mi Dice:
- MANNAGGIA A ME CHE NON TI AMO! -
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Io non posso darti di più
Non sono più di quello che sono.
Ah come vorrei essere sabbia,
sole in estate!
Che ti sdraiassi
rilassata a rilassarti.
Che mi lasciassi
il tuo corpo quando te ne vai, orma,
tenera, tiepida, indimenticabile.
E che con te se ne andasse
su di te, il mio bacio lento:
colore,
dalla testa ai piedi
bruno.
Ah come vorrei essere
vetro, o stoffa o legno
che conserva il suo colore
qui, il suo profumo qui,
e nacque a tremila chilometri!
Essere
la materia che ti piace,
che tocchi tutti i giorni
e che vedi già senza guardare
vicino a te, le cose
- collana, boccetta, seta antica -
di cui, quando senti la mancanza
chiedi: "Ah! dov'è?"
Ah come vorrei essere
un'allegria fra tutte,
una sola, l'allegria
di cui ti rallegri tu!
Un amore, un amore solo:
l'amore di cui tu ti innamoreresti.
Però
non sono più di quello che sono.


2 commenti:

cagliostro ha detto...

non puoi dare la colpa ad un lampione perchè non è un fiore,ognuno ed ogni cosa è quello che è!
Io credo che la nostra vita sia troppo breve per trovare l'amore vero...totale...ricambiato!!Si forse esisterà da qualche parte ma non lo troveremo mai!!
maledetta razza umana!!!perchè non ci accontentiamo mai di quello che abbiamo?!
nulla è privo di dolore e sofferenza!!
e se vorrai davvero essere ciò che tocco o sfioro lo sarai...perchè tu sei quello che vuoi!! bachini dolci!

danDapit ha detto...

caro Cagliostro...
se le nostre vite attuali durassero oltre i 100 anni, non ci basterebbero per continuare questa disputa amorosa, questo mio scorrere come torrente che non sa non amare, contro il tuo negare...
E questo giocare nell'ambiguo della sottrazione che ama manifestarsi, mentre simultaneamente invece dà...

Amore vero, totale, ricambiato?
mmmhhh... che non esiste?...mmmhhh...
no, così non esite (voglio dire: così dichiarato totale... giusto l'amore romantico è così, quello idealizzato...), sono d'accordo! Ma nell'atto pratico, quello vissuto, finisce per esistere...
...poichè la vita si compone di fatti, più che di parole, mentre le poesie raccontano emozioni, desideri, spirito ed immagini interiori...

Tanti bacchini a te signor Cagliostro!
e grazie per le tue chicche sagge......