10 novembre 2006

"Divergenze&Provocazioni" (il seguito- da "Ridere, ridere, ridere ancora")



Questo post lo dedico ad un "contenzioso" nato sul blog NON ERA PREVISTO.

Con titubanza stavo per scrivere l'ennesimo commento (lungo e dettagliato) su "Ridere, ridere, ridere ancora", post che ha scatenato tanta polemica, quando ho dirottato l'idea di rispondere, sul mio blog.

NON ERA PREVISTO ha già ospitato lo snocciolarsi e il crescere dei toni, preferisco non invadere ulteriormente tale spazio con la mia risposta che, o non doveva esserci affatto, oppure non riusciva a contenersi in poche righe.

Il contenzioso parte da un'idea politica, dall'imago di un sorriso conosciutissimo a tutti gli italiani; come era conosciuto il mento volitivo di un altro signore che ha fatto la storia dell'Italia, affacciandosi da un celebre balcone romano su piazza Venezia.

Diciannove i commenti a Ridere, ridere, ridere ancora, il ventesimo lo posto qui!

Riprendo solo dagli ultimi commenti, tagliando parte della miccia.
Per chi, passando da queste parti, volesse capire dall'inizio il filo conduttore, lo rimando al link su "Ridere, ridere, ridere ancora".
Uno dei principali "protagonisti" del vivace dibattito, il signor
Pasquale Coriolano (per l'esordio cliccare link), è già apparso su questo Blog. Questo è il secondo post (il primo è "Piti-piti-piticoscienza") che dedico alla sua..."esuberanza" verbale! - Eufemisticamente parlando -

Prologo:

zip zap said...
[... ].... per caso "Coriolano" sta per "Berlusconi"? sei un qualunquista pieno d'aria


LeCannu said...
ragazzi, moderiamo i termini, altrimenti scatta la mannaia censoria.


Coriolano said...
credevo ci fosse libertà di pensiero e di espressione e invece c'è pieno di fascisti in giro. Non è che a forza di Guzzanti il ragazzo s'è calato troppo nel personaggio? che brutt' aria


LeCannu said...
Coriolano, sapessi almeno chi sei... Sembra che tu mi conosca, ed invece io non so niente di te, e mi tocca pure sentirmi dare del fascista... Forse questo non è il migliore dei blog, ma comunque è uno spazio che controllo e metto a disposizione dei più. Mi piace la chiarezza e mi stancano le volgarità gratuite.. Comunque spero che scriverai ancora.


danDapit said...
LeCannù ...sei un signore!! parola di Dandapì!


LeCannu said...
@danda: grazie carissima, cerco solo di esser chiaro e pretendo chiarezza dai miei commentatori. Chiedo troppo? Un bacio


Coriolano said...
1- la storiella di Esopo è volgarità gratuita? La prossima volta la faccio pagare. 2- il "fascista" non era indirizzato a te ma al /alla tizio/a che mi dice che sono un qualunquista pieno d'aria. 3- lo spazio sul web che controlli sicuramente non è dei migliori ma mi piace e mi diverto. Mi diverto a dire la mia e non vedo perchè a seguito di questo debba essere apostrofato come sopra. Ragazzi moderiamo i termini dici. E quali termini avrei alterato? 4- no. non ti conosco e tu non conosci me. Per me si può andare avanti così. Se vuoi ci diamo un appuntamento e ci troviamo alla Elsa Morante. 5. Zip Zap si è espresso con l'aggressione verbale, che non è fisica ma da pc è difficilissimo metterla in pratica, e tu non hai battuto ciglio per difendere la libera circolazione delle idee anche di quelle che non condividi, che per uno di sinistra non è che sia tanto un onore. Allora?


LeCannu said...
Caro Coriolano, il mio invito alla sobrietà non era indirizzato solo a te, ovviamente, ma anche a zip- zap: se noti, nel mio commento ho scritto "ragazzi". Perciò, confido che anche zip- zap, il cui commento era pesantuccio, si astenga in futuro da terminologie gratuite, peraltro in uno spazio Ospite. E ovviamente rivolgo l' invito a tutti. Mi viene il sospetto che tu e zip zap vi conosciate, comunque. Al di la di questo, non ho trovato alcuna idea da difendere: eravate sul surreale entrambi. Forse devo ancora imparare molto sull' essere di sinistra, ma non credo di essermi comportato scorrettamente. Spero la conversazione ritorni su toni pacati anche se bizarri.E, fino a prova contraria, non c' è stata censura. E' uno strumento che mi infastidisce e spero proprio di non averne bisogno. Ciao!


danDapit said...
...avrei molto da ridire sui 4 punti del caimano Coriolano (rif. allo Zecchino d'Oro di svariati lustri fa), ma mi astengo per non incrementare la polemica già densa, insieme alle frittate molto rivoltate! ..tra res publica e res privata... (p.s: @L.C.-baci!-)


Coriolano said...
(Polli d'allevamento 1974 Giorgio Gaber) bene vi rispondo qui così non lo vede nessuno. L'italiano è una lingua morta ed incomprensibile. Quali frittate Danda quali? "zip zap è stato pesantuccio", cos'è non ce la fai a dirlo che è uno stronzo fascista. Questo aggettivo vezzeggiativo per descrivere un tizio che si è scagliato contro qualcuno solo perchè ha detto qualcosa che non condivide? o era volgare? Compagnoni e Lacedelli sanno per esperienza quanto sia difficile arrampicarsi sugli specchi. Detto questo: uno di sinistra duro e puro e che ha fatto la resistenza chiederebbe scusa.


Qui finisce il Prologo..


Ecco la mia risposta a Coriolano:

Caro Coriolano, per quanto mi sforzi di seguirti, mi permane la sensazione che sia tu degno di essere affiancato a Compagnoni e Lacedelli! E la sgradevolezza di fondo è che, menando il can per l’aia, ti prenda gioco di chi con ingenuità cerchi di risponderti!
Polli d’allevamento di Gaber: perché lo citi? Per dire che “da queste parti” (e vista la polemica nata anche sul mio blog, mi ci infilo in mezzo) la politica si porta avanti solo per moda? Che in definitiva, invece di esser concreti, come le tue barzellette che parlano di vita nei suoi fatti e misfatti veri, ci si dà arie di coscienze politiche? E, circa le barzellette, dato che mi interpelli per aver menzionato delle frittate rigirate, ti dirò: se vuoi fartele pagare, le barzellette, prego, fai pure! Ti offendi perché non viene apprezzata, e dovrebbe essere addirittura pagata? ..ah, sì! così non è più gratuita, la volgarità! Oohplà, frittata girata!

E cosa c’era, nella tua barzelletta, di politico, da condividere o non? Anche questo mi sfugge.
La barzelletta prendeva in giro un pacifista che scriveva scritte sul muro (e ritorniamo a “Polli d’allevamento”…ah, guarda che è del ‘78! Del 1974 è: “Anche oggi non si vola”), e caso volle che la postasti sul post che, col mal di pancia, ricordava Berlusconi. Bè, potevi postarla anche su "Elogio della Follia" o su "Idraulici Tentativi", no?

Mister (o miss?) Zip Zap ti ha dato del qualunquista. È un’offesa? E per questo io dovrei ammettere che il tal Zip Zap è un fascista? La barzelletta direi che era volgaruccia assai! Magari raccontata fra le lenzuola, per giocare nell’intimità, era pure carina, ma nel contesto di una LIBERA espressione di disagio politico, in effetti aveva molto sapor di qualunquismo, oltre che di provocazione… ma ammetto che questo potrebbe essere un mio limite mentale! Però, concordando con Zip Zap, non potrò dare soddisfazione a te dichiarando che il suo modo di fare è fascista! ZipZap si è espresso, come te!
Concludi: uno di sinistra duro e puro e che ha fatto la resistenza chiederebbe scusa.
Ma di che parli? Chi ha fatto la resistenza? Tuo padre? Forse mio nonno!
Te lo avevo già chiesto sul mio blog: di che parli?? Perché mescoli tutto come in un minestrone? Chi dovrebbe berselo il minestrone?
E poi, guardandosi nelle palle degli occhi (con te stesso, allo specchio): duro e puro?
La purezza non è roba umana, l’idealismo sì!...la durezza, senza purezza, è ovunque!

Così avevo chiuso il commento di risposta. Ora però sono "ospite" del mio blog, e aggiungo un'ulteriore postilla. Altra rigirata di frittatina notata, è quando dall'attacco a LeCannu, ed era un attacco a LeCannu! Eccolo qua: "...e invece c'è pieno di fascisti in giro. Non è che a forza di Guzzanti il ragazzo s'è calato troppo nel personaggio? che brutt' aria", chi ha postato Guzzanti? LeCannu! ...Hai poi cercato il parafulmine nella prestante figura di ZipZap: "2- il "fascista" non era indirizzato a te ma al /alla tizio/a che mi dice che sono un qualunquista pieno d'aria."

"Quali frittate Danda quali?"
QUESTE! evidenti..., e altre che serpeggiano nel minestrone!
Signor Coriolano, dai!
Ora sono io che alzo il cappello e mi congedo! Si ricordi della piticoscienza che si infutura...

...Perchè non ci vediamo alla Elsa Morante? Faccio un salto ad Ostia e studiamo insieme in biblioteca, è il mio ambiente! Magari mi presenti anche il tuo amico ex pescatore che ora fa il postino (si chiamava Mario?), e forse dal vivo risponderai al mio quesito, a cui un mese fa ti sei sottratto: "Com'è che scivolasti a firmarti tuo Zorro?"

[L'immagine al Post è tratta da un gruppo di sculture distribuite su una spiaggia australiana. E' in tema? ...chissà!]

...dulcis in fundo: se per caso Zip Zap si trovasse a passare di qui, sarà Benvenuto/a!

Ossequiosamente.................

11 commenti:

coriolano ha detto...

esopo un par di palle è volgarità gratuita o a pagamento? lo dici sotto le lenzuola? beh certo chi colpisce berlusconi è un buono a prescindere e viceversa.
la storiella e il suo extra testo potevi leggerla in 100 modi ed hai scelto il più semplice. ma te ne suggerisco uno:
dato un pensiero e fattolo diventare principio irrinunciabile se ne persegue la realizzazione con modalità che contrastano col principio stesso. sic simpliciter.
troppo semplice troppo complicato? vi ha fatto comodo leggerlo come una attacco alle vostre idee e l'avete esplicitato. tutti uniti. lo sciamare di vespe e i polli del 78. un unica prospettiva un unico pensiero. quando ci si da ragione tra esseri pensanti alla stessa maniera finscono le idee.
con zorro inveci ti sfoghi meglio e tiri fuori il meglio di te.
funzione sociale. zorro difende i più deboli ed io sono un romantico. attenzione non i poveri ma i deboli quelli con idee diverse circondati dagli uguali. per quelli la protezione è superflua. ciao danda. non ti vedrò in biblioteca perchè come shopenawer discute solo per avere ragione e ci rimarresti male a dovere ammettere che è meglio cambiare idea. vediamoci qui è più sicuro. per te.

k ha detto...

Chère Dandapit, non c'entra niente col tuo post ma forse conosci "Che tu sia per me il coltello" di David Grossmann? Nel caso la risposta sia no te lo consiglio vivissimamente.
Ah, è un romanzo.

danDapit ha detto...

ciao Kappa!
la risposta alla tua domanda è no!
mi sono informata velocemente, e anche se avevo intuito l'origine della tua indicazione, ora vedendo di che tratta penso proprio che mi affascinerà molto!
Grazie! ;o)
ciao...

coriolano ha detto...

non so di cosa tu stia parlando. meglio così

coriolano ha detto...

non so di cosa tu stia parlando.
ma ti lascio alle tue certezze.

danDapit ha detto...

@C-oriolano

Ok. Non sai di cosa sto parlando.
La polemica nata aveva un senso PER ME se dietro al tuo nome c’era altra identità. Tu affermi che non c’è.
Bene, mi sono sbagliata.
Se così è, allora non ha alcun senso il tuo livore. Non c’è né capo né coda nel tuo comportamento.
Analizzo quindi la tua risposta alla luce del fatto che tu sei una persona qualsiasi, un perfetto sconosciuto che mi ha attaccato fin dalla sua prima apparizione, un mese fa.

 “Esopo un par di palle” è volgarità gratuita, o a pagamento?
 Lo dici sotto le lenzuola?
 Beh, certo, chi colpisce Berlusconi è un buono a prescindere, e viceversa.
 La storiella e il suo extra testo potevi leggerla in 100 modi ed hai scelto il più semplice.
-----------------
A- “Esopo un par di palle” mi sembra in linea con i termini usati nella tua barzelletta: “culo” e “fica”. Il contenuto della barzelletta nel suo significato era volgare e aggressivo, non meno di un attacco quale “Esopo un par di palle”. / Si dice “volgarità gratuita” quando tale volgarità non ha nessun motivo di essere usata. Poi tu, rigirando le frittate, hai menzionato il fatto che dovevi fartela pagare! Ne consegue che “Esopo un par di palle” non è volgarità gratuita, ma richiamata dalla tua barzelletta volgare e provocatoria.
B- Lo dici sotto le lenzuola? Sì, esatto. Altrimenti, puoi raccontare una barzelletta “come quella” tra amici…Oppure perché non postarla su “Idraulici tentativi”, o su “Elogio della follia”? Sarebbe stata roba a sproposito. Ma nel contesto del post “Ridere, ridere, ridere ancora” le hai dato una collocazione precisa, e fra l’altro: provocatoria.
C- Avevi qualcosa da ridire sul fatto che si parlava di Berlusconi esprimendo un certo disagio e fastidio? Bè allora esponi pure, senza stare a cercare coalizioni di parte! Se getti una provocazione stimolato da dell'ironia su Berlusconi, poi perchè prendertela se uno ti si scaglia contro irritato dal contenuto ambiguo da te esposto con bella mira?
D- Si poteva leggere in 100 modi? Ambiguità: getti il sasso e poi ritiri la mano. Se, proprio perchè ti dà fastidio il sarcasmo usato verso Berlusconi, prendi una certa tua posizione, perché punti il dito dicendo che il tuo intervento si può leggere in 100 modi diversi?
-------------
 Ma te ne suggerisco uno: dato un pensiero e fattolo diventare principio irrinunciabile, se ne persegue la realizzazione con modalità che contrastano col principio stesso. Sic simpliciter. Troppo semplice, troppo complicato?
 Vi ha fatto comodo leggerlo come un attacco alle vostre idee e l'avete esplicitato. Tutti uniti. Lo sciamare di vespe e i polli del 78. Un’unica prospettiva un unico pensiero. Quando ci si dà ragione tra esseri pensanti alla stessa maniera, finiscono le idee.
-----------------
A- “dato un pensiero…”, questa massima è giusta, per carità! Il fatto è che è completamente a sproposito. I Blog non sono le sedi della fu “Tribuna Politica”, e neppure di un’attuale “Porta a Porta” o programmi simili. Di quale principio irrinunciabile parli? E di quali modalità che perseguono quale scopo? Sei assolutamente FUORI TEMA!
B- Attacco alle VOSTRE idee. TUTTI UNITI! Un’unica prospettiva, un unico pensiero… Ma quante canne ti sei fatto? O quante birre ti sei bevuto? O ci sei andato ancora più pesante? Anche se ora fischietti cadendo dalle nuvole, il tuo era un ATTACCO, oppure, scusa, una barzelletta “innocente”? Ma “VOSTRE” idee, è grossa!!! io forse conosco mezza persona di quelle che frequentano “Non era previsto”, e basta! Dov’è 'sta coalizione??? TUTTI UNITI??? Ma chi, si è unito??? E, se fosse stato come tu vaneggi, certo non mi conveniva spostarmi sul mio blog!! Era preferibile che restassi a risponderti lì. Non certo dedicarti addirittura un post!

 Con Zorro invece ti sfoghi meglio e tiri fuori il meglio di te.
 Funzione sociale.
 Zorro difende i più deboli ed io sono un romantico.
 Attenzione, non i poveri, ma i deboli;
 quelli con idee diverse circondati dagli uguali. Per quelli la protezione è superflua.
-----------------
A- con Zorro “mi sfogo”.
B- “funzione sociale”
C- Tu sei un romantico (ah, ah, ah… questa sì che è una barzelletta, non è volgare, è ottima!!)
D- I deboli. Difendi i deboli (non i poveri, ci mancherebbe! Il Berlusca se ne guarderebbe bene!)
E- Quelli con idee diverse!! Circondate dagli uguali!! Scusa, eh, anche qui mi viene da ridere: tu pensi che coloro che ammirano il Berlusca siano degli anticonformisti, sono quelli che vanno contro-corrente??? Dei deboli, che vanno difesi?? Ah, Zorro, se non ci fossi tu!!!
F- Perdonami, ma in tutto ciò mi è sfuggito il significato del firmarti “Tuo Zorro”…o devo pensare che tu volessi proteggere anche me, un mese fa, quando ti sei firmato “tuo Zorro”?

Ciao danda. Non ti vedrò in biblioteca, perchè come Shopenhauer discute solo per avere ragione, ci rimarresti male a dovere ammettere che è meglio cambiare idea. Vediamoci qui, è più sicuro. Per te.
_________________________________
Finito di analizzare questa furia NON-SENSE aggiungo:
Se tu non sai di cosa sto parlando (ovvero NON SEI l'Affatto Sconosciuto che pensavo),
ALLORA NEPPURE IO SO DI COSA STAI PARLANDO TU.

Punto e BASTA.

danDapit ha detto...

@BaronMontalbuxiO@

Ogni persona ha il suo peculiare modo di camminare, usare determinate parole, e un'abitudine ad alcuni personalissimi atteggiamenti.
**Sottovalutare non conviene.
-----------------------------------

I mari e gli oceani NON sono la superficie liquida che appare agli occhi, bensì la profondità abissale dell'acqua che contengono.
**Sottovalutare può esser comodo.
-----------------------------------

Libertà di scegliere. Libertà d'agire. Si misurano sul proprio, "propissimo", desiderio di consapevolezza.

coriolano ha detto...

non ti sembra quantomeno poco democratico iniziare un discorso e terminarlo dicendo punto e basta. come a dire affermo, faccio finta di interessarmi all'interlocutore e poi lo stoppo discrezionalmente quando lo ritengo opportuno. ( tanto più che hai facoltà di censurare c'ho che non scrivi sottoponendolo preventivamente alla tua approvazione.)appurato che hai sbagliato persona.
ma prima di chiuderti a me:
perchè se qualcuno offende un'idea deve pagare personalmente?
mi spiego: se tu dici odio X e ciò che rappresenta. e io dico io non odio X e invece lo apprezzo perchè si ribatte dicendo : sei un qualunquista pieno d'aria?
se si è liberi di pensare, perchè poi si aggredisce il pensatore se il pensiero non è congruente con ciò che si pensa? pensaci
voltaire (per la precisione un suo biografo) usava dire più o meno:
non condivido le tue idee ma mi batterò affinchè tu abbia la possibilità di dichiararle.
( era forse iscritto a forza italia ?) la mia voleva essere una barzelletta "zozza" data in pasto ai maggiorenni. e invece i puritani di turno ha sentenziato che fosse troppo sconcia. però giustificano la reazione definendola legittima anche se usa toni uguali. Ecco : la reazione.
I reazionari. la mia idea è diversa e incongruente e per questo è stata circondata e lapidata. E' fuori norma.
Non miinteressa stabilire chi ha torto o ragione. Mi interessa stabilire le modalità con le quali lo si stabilisce. posso confontarmi e scontrarmi con tutti uno alla volta o tutti insieme. ma non usatemi violenza. nemmeno verbale.
stammi bene

danDapit ha detto...

Pubblico il commento per “democrazia” e libera espressione.
Ho detto “punto e basta” perché sono stanca di polemiche.
Ciò che mi rispondi è abbastanza confuso, anche se sicuramente ha toni più pacati e di dialogo, che apprezzo.
Ciò che ha scatenato la mia irritazione è stata la tua vena “subdolamente” provocatoria (paragonarmi a Totò Riina!!! E su che basi, poi???) già gratuitamente presente nel commento che facesti al mio post “Sinistra o destra?”, nonché il tuo attuale modo aggressivo privo di motivazione (non avendo tu sospesi con me!!!), che mi ha portato a pensare che “Coriolano” fosse la celata identità di un “Affatto Sconosciuto”.
o kappa.
Statti bene C-oriolano!

coriolano ha detto...

se mi dici dov'è confuso e se non sei stanca delle polemiche provo a spiegarmi meglio. ti ho detto he sei come riina? quando?
sai mi sento un po' come la tua cattiva coscienza

danDapit ha detto...

La mia memoria di ferro!

Ho trovato ora, a distanza di mesi, la citazione di Voltaire, e voglio riportarla!
Le coincidenze della vita, l'ho trovata l'11 febbraio 2007, sul blog "Not in My Name", e sorrido all'idea che a volte le citazioni di cui ci serviamo sono in fondo incoerenti con le nostre azioni...
ma è umano!
E' ciò che ci piacerebbe essere, forse, più di ciò che in realtà già siamo...

Il motto di VOLTAIRE: «Non condivido la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita affinché tu possa esprimerla liberamente.»
(proviene dai Commenti al post sulla discriminazione razziale -la foto: Un gatto fa fare mosca cieca ad un cane)

Soprattutto dubito che chi la menzioni, in linea con Voltaire, sia veramente pronto a battersi AL PREZZO DELLA SUA VITA per lasciar esprimere liberamente l'altro!
;-)