22 dicembre 2006

"Oh, it's Christmas...Are you sad? Make love, not war"!!!

Sta avvicinandosi Natale, e poi la fine del 2006... Ora che appartengo al "pianeta" della blogsfera, girando qua e là per le varie "terre" dei blog disseminati intorno ("intorno a me", non tanto lontano, pur essendoci blog in numerosi paesi del pianeta Terra...) mi sono accorta che c'è un vero malessere nel respirare l'aria che precede il 25 dicembre! C'è chi ne parla, c'è chi ci scherza, ma resta impossibile isolarsi da ciò che ci circonda!
Oggi, 22 dicembre, a pochi giorni dal fatidico 25, c'è un particolare evento, legato ad un'iniziativa di due signori, hippies degli anni '60, che invita tutte le persone del mondo a fare l'amore!
L'ho scoperto ieri grazie a
Francesco, che ha dedicato un post a questa iniziativa denominata "Global Orgasm day" (riporto qui ciò che è scritto sul post di Francesco: "Il Global Orgasm Day è un modo per concentrare un flusso di energia così potente -gli ideatori ne sono certi- da fermare le onde negative che attraversano il pianeta e tutto ciò che ne consegue, dalle guerre ai terremoti... Gli ideatori: Donna Sheehan e Paul Reffer, coppia di pacifisti settantenni e fricchettoni già avvezzi a iniziative clamorose, lo organizzano per il 22 dicembre, e non si prescinde: "E' il giorno del solstizio, ovvero venerdì 22 dicembre", questa la giornata dell'orgasmo collettivo sincronizzato! Chi può farlo? la risposta è: "Tutti gli uomini e le donne, tu e tutti quelli che conosci". Dove? "Ovunque nel mondo, ma in particolar modo nei Paesi che possiedono armi di distruzione di massa").
Se volete saperne di più andate su Mondo Cilions!).

Allora: quanta tristezza e solitudine da spazzare via con l'amore, no?
Sarebbe bello veramente!!

Mettete dei fiori nei vostri cannoni!!
Fate l'amore, non fate la guerra!
Eppure sarebbe così facile, così semplice, invece di: litigare, creare muri, alzare tzunami di collera, sparire, glissare, ammazzarsi di botte! (Ieri a Roma, un fatto di cronaca: un uomo ucciso a calci e bottigliate! Ai piedi dell'ospedale S. Camillo!!)

E, sempre girando per blog, ne ho scoperto un altro (di blog), che a sua volta è stata una scoperta di
Sonia, e quindi per far sorridere chi è triste, e riportare l'argomento sul "Facciamo l'amore, non la guerra", vi segnalo questo blog spassosissimo:
IL PENE MI DA' IL PANE!... io l'ho trovato, appunto, sul blog "Blabla-Sonia".

Per finire...

Ho deciso in questo Natale 2006 (mio primo Natale da blogger) di "regalare" a chi passa dalle parti di Setalend, un mio racconto, scritto in primavera per partecipare ad un concorso, non andato a buon fine.
Di questo racconto avevo già postato, mesi fa, una parte, un estratto. Ora lo posterò per intero.
Sto dando annuncio. Si parla di nuovo d'amore! Amore che, seppure dona infiniti sorrisi, fa anche soffrire, e tanto quindi lo si sfugge!
Per ora... Buon solstizio se avete un partner, e se non lo avete seguite le istruzioni su Mondo Cilions! E poi rifatevi gli occhi e qualche risata nel post scoperto da Sonia...il cui nome è già un programma.
Concludo in modo insolito, con un


"CIAO A TUTTI!!"
-

12 commenti:

Sara Sidle ha detto...

Ciao DanDapit, scusa se non sono stata presente in questi giorni e se non ho risposto, sia ai tuoi bellissimi post che ai miei commenti.Purtroppo ho letto tardi del Global Orgasm Day e non sono riuscita ad attrezzarmi...
Comunque, ti faccio gli auguri di Buon Natale e spero di recepire quelle energie positive di tutte le persone che hanno partecipato all'evento dell'amore!
Un bacione.

Francesco ha detto...

Grazie per aver pubblicizzato l'evento e avermi nominato, mi fa molto piacere;)
Magari non saremo riusciti a salvare il mondo, sicuramente ci siamo regalati un bel momento;)

Miss Uga Mila Rugelli ha detto...

dotrei proporre a Bill questo serio evento per sensibilizzarlo alla necessita'...
purtroppo e' sempre piu' facile arrabbiarsi che dimostrare i propri sentimenti.
L'arrabbiatura ci fa apparire decisi, sicuri, importanti, coscienti di voler mantenere le nostre posizioni.
Ammettere di amare fa abbattere muri, e per quanto sia il sentimento piu'forte in grado di muovere il mondo, ci rende vulnerabili e deboli.
la mente e' spesso subdola, ci porta a nascondere la luce e a difendere cio' che in realta' non ci darebbe felicita'.
sarebbe cosi' facile credere nell'amore universale, vivere e amare tutti, indifferentemente, perche' uomini, perche' simili, perche' diversi, perche' vivi. Perche' ognuno ha un pezzo di Amore da dare, perche' ognuno ha un pezzo di Dio da poter donare al quale tu puoi dare il tuo.
Sarebbe bello vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo, cosicche' non avremmo problemi a chiamare chi non sentiamo piu' da tempo ma con cui vorremmo parlare, non ci sarebbero problemi a dire ti amo, ad esprimere amore.
Tacciamo sull'amore e proclamiamo odio senza accorgerci che pero' tra i due scorre solo un filo di differenza.
Io scelgo l'amore. Purtroppo sono la ruota che ama senza riserve, senza nascondere l'interesse.
Io do totalmente ogni cosa quando amo. ho sofferto. Parecchio.
Sono stata umiliata, derisa, sbeffeggiata, raggirata da chi pensavo fosse l'uomo della mia vita e da una persona che era entrata nella mia famiglia.
Ma sono pronta a rivivere tutto.
Quindi cerchero' di convincere Bill per questo evento positivo.
Vuoi mai che funzioni??? ;P


http://ventoprimavera.blogspot.com

danDapit ha detto...

Miss Ughin!
Quali parole!
Coincido con te! Perfettamente!
Solo che io ormai questi discorsi neppure li intraprendo più, dopo averli ripetuti e ripetuti...
Per me questa resta la Verità della vita! Il problema è avere qualcuno davanti che "senta" il vivere così, senza paure, con il coraggio di andare (la ruota che gira, va) per vivere ciò che è, e sia!
AMMETTERE DI AMARE fa abbattere muri?
Non lo so, sai?
Sì, chi lo ammette ne abbatte (di muri), ed ha il coraggio di essere e vivere la vita, e affrontare le emozioni, il sentimento, l'umanità...
Ma chi non è coraggioso, se sente l'amore dichiarato, alza un muro ancora più alto! E USA: usa l'amare, usa ciò che l'altro sa dare, perchè altro non sa fare!!

Io non so far a meno d'amare, se non amo la vita per me non ha sapore! ma ci sono momenti che mi vivo stupida e tutta sbagliata!
Questo, purtroppo!
Perciò...ritorno a quanto scritto nel post: Facciamo l'amore e non la guerra!
Prima o poi vincerà il saper dare, invece della necessità di trattenere!

sonia ha detto...

Carissima Dandapit, eccomi qui a farti i miei più sentiti Auguri perché tu passa questa festività in tutta serenità!:o)
Mi fa proprio piacere averti incontrata anche se da pochi giorni...

Un calorosisimo abbraccio, e questo messaggio inerente a questo post!:O)

danDapit ha detto...

Sonia, Grazie!!
Grazie degli auguri, grazie della cartolina che qui mi hai lasciato, grazie per le tue belle parole!!!
Il giorno di Natale si sta per concludere, gli auguri si protraggono per te oltre...
...Hai dei bellissimi amici!
;oD Felice pure io d'averti incontrata!
Un grande bacio!

ROKKO ha detto...

ciao Dani! E' qualche giorno che ho difficoltà ad entrare qui!
Anche ieri infatti ti ho lasciato i miei auguri ma.......
Spero in questo.....
max ti mando e-mail
Ciüüüsss

danDapit ha detto...

Dolcissimo rappresentante dei Rolling Stones, di cui le dure K del nome evocano il suono di pietre rotolanti (Rokko-Rokko-Rokko)...GRAZIE! Grazie per i tuoi Auguri, stavolta si sono registrati!!
Un grande BACIO e un abbraccio con tanti tanti Auguroni anche a te!

(ho scoperto che se si hanno difficoltà a postare i commenti, si può accedere con identità "Altro": scrivi il tuo nome, e poi nella stringa della "Pagina Web", inserisci l'indirizzo del tuo blog; in questo modo funziona! Anche a me è successo su altri blog!)

ventodiprimavera ha detto...

Per "ammettere di amare fa abbattere muri" intendo che chi ama apre il suo cuore agli altri. Chiunque ama, credo non possa concentrare l'amore verso una sola persona, ma si senta in grado e in dovere di estenderlo al mondo, perche' e' troppo grande per poter essere versato solamente verso l'amato.
Quando ami davvero, vorresti che tutti provassero cio' che provi, perche' e' l'unica sensazione della vita priva di malati sentimenti umani e terreni quali il desiderio di far provare invidia o l'assoggettazione agli ambiziosi desideri volubili.
Non si puo' far altro che essere e riterenrsi costantemente grati per essere stati coinvolti in questo prezioso e davvero nobile sentimento, nulla sembra piu' avere senso senza di esso, nulla sembra averne bevuto se non era impregnato di esso.
Ci sentiamo in realta' forti quando amiamo. Nulla ci puo' battere, nulla ci puo' ferire. Amare e' davvero essere vicini a Dio, che uno ci creda o no, che uno voglia chiamarlo Dio, HAllah... non so se potrei credere che un ateo sia capace di amare veramente...Amare significa anche avere fede.
Percio' l'amore fa abbattere muri.
Ma l'Amore puo' essere universale, e quindi essere forte, oppure essere provato per una persona terrena, spesso instabile e preda di istinti terreni che potrebbero minacciare la forza del nostro Amore minandone le basi...
...e qui tocco il mio tasto dolente...
(vedi i miei post di giugno-luglio e il motivo perche' ho dovuto creare MissRugelli)

"Ma chi non è coraggioso, se sente l'amore dichiarato, alza un muro ancora più alto! E USA: usa l'amare, usa ciò che l'altro sa dare, perchè altro non sa fare!!"

...non so se si possa dire che l'Amore si puo' usare. L'Amore Vero e' cosi' grande, coinvolgente, altruista, desideroso di manifestarsi.
Credo che non saper far altro che amare sia adito solo ai grandi guru...
Pero' hai ragione, perche' per amare ci vuole davvero coraggio. E' un cammino faticoso e spesso impervio, e la volonta', la forza, il coraggio e la fede sono indispensabili nel suo compimento...

:)
E piu' parlo cosi', piu' rileggo quello che scrivo, piu' mi convinco che chi non ha provato Amore vero non ne possa parlare, perche' lo si puo' fare solo ricordando il vissuto o parlando dei sentimenti del presente...cio' che piu' mi rattrista e' che non credo ne esistano due al mondo per cui provare gli stessi sentimenti...e ho gia' avuto il mio dono.
Anche se poi si e' rivelato una gran ferita, ancora difficile da accettare, soprattutto per come e' finita...

danDapit ha detto...

Cara Uga/Vento di primavera... come mi coinvolge questo scambio con te!
Hai perfettamente ragione!! L'amore non si può definire tale se è riversato esclusivamente, e in modo chiuso, verso una sola persona!
è vero, vero, vero!
Ciò che dici mi fa molto riflettere!!!
è vero che per amare bisogna saper amare, saper amare se stessi, e la vita... Mi viene in mente la figura di S. Francesco...però a parte certi "riferimenti retorici" che possono far sorridere (in special modo i cinici) è vero, è così!
Altrimenti si ama in modo egoistico: un amore che vuole il suo tornaconto, la sua rassicurazione, un amore che serve per nutrire chi non sa amare e che per quel poco che dà, vuole molto di più!
Ogni elemento della vita ha un suo specchio!

"Amare significa anche avere fede.
Percio' l'amore fa abbattere muri.
Ma l'Amore puo' essere universale, e quindi essere forte, oppure essere provato per una persona terrena, spesso instabile e preda di istinti terreni che potrebbero minacciare la forza del nostro Amore minandone le basi...
...e qui tocco il mio tasto dolente..."

ESATTO! concordiamo! "minacciare la forza dell'amore mirandone le basi"...
è un discorso difficile, un'ameba che cambia forma come cerchi di afferrarla per fartene una ragione!
Ci vuole coraggio (e fede, sìì!!), coraggio, per vivere e per amare, e non sempre siamo così sostenuti da tanto coraggio! Una persona che non si lascia amare...mette a dura prova il coraggio di chi desidera amare...
E circa "l'usare"...bè...è un discorso assai lungo e articolato, eppure accade molto più frequentemente di quanto immagini! Fa parte del modo di chi è molto avvezzo a razionalizzare, e a tenere sotto controllo le proprie emozioni e sentimenti...Un esempio? c'era mia madre che mi diceva che innamorarsi è da scemi!
Lei ha preferito un'altra strada...

Ho detto che non sono capace di vivere senza amare, intendendo che per me il sale della vita è provare emozioni e sentimenti vivi, mai riposti in naftalina, anche se possono finirci per un determinato tempo quando ci si sente molto feriti...

Più che commenti sembrano epistole queste!!! ;o)))

Voglio aggiungere una cosa, potrai non crederci, ma sono certa che lo sperimenterai: ogni volta che ci si innamora è come se fosse la prima, ogni volta! Anche se mai lo potremmo immaginare prima che accada!
(pss..pss...la ruota gira....) ;-)

ventodiprimavera ha detto...

Hai ragione: ogni volta che ci si innamora e' come se fosse la prima volta. Spesso, quando il nostro cuore rimane ferito, sentiamo che non potremmo (anzi, non vorremmo) piu' essere coinvolti da cio' che prima ci faceva sentire unici, meravigliosi e che poi ci rende cosi' vulnerabili, tristi, vuoti.
Ma poi qualcosa torna a riempirci la vita, anche se dopo il primo amore, in quelli successivi, permane la consapevolezza che potrebbe finire. Sappiamo e siamo coscienti che il nostro "per sempre" e' una parola suggellata e vera finche' entrambe le persone credono nel rapporto: nonostante i giuramenti su noi stessi, su tutto quello che abbiamo e che reputiamo importante. E cio' spesso fa anche perdere le speranze.

L'Amore ha parecchi aspetti. C'e' quello incondizionato (madre-figlio) e quello che si costruisce. L'Amore vero tra due persone non puo' essere unilaterale e soprattutto, come giustamente affermi, nessuno che non ami abbastanza se stesso puo' amare. Non penso si possa essere razionali nell'Amore. E' decisamente impossibile, perche' l'Amore e' irrazionalita' per definizione.
Quando leggo libri che cercano di razionalizzare i sentimenti mi sembra di perdere tempo in letture eretiche. Perche' spiegarsi razionalmente il motivo per cui si ama quando e' cosi' raro abbandonarsi all'Amore? Quando si ama si vorrebbe riuscire ad esternare tutta la valanga di passione, sentimenti, batticuore e altro che ci tempesta, e il vero problema che dovremmo porci sarebbe quello di manifestare degnamente questi sentimenti. A tutti. Agli sconosciuti e alle persone vicine.
Mesi fa amavo. Amavo con tutte le mie forze di un amore cosi' puro che mi stupivo della mia capacita' di poter provare sentimenti cosi' forti, cosi' nobili. Mi commuovevo dell'Amore che avevo, ringraziavo Dio in ogni momento, nient'altro desideravo che non la sua felicita' ed umilmente speravo di esserlo.
Ma probabilmente l'Amore e' talmente cieco che a volte non ci fa vedere le cose come stanno. A volte giungiamo incosapevolmente a sporcarlo di odio, di vendetta, di astio e rovinose speranze.
Tra l'odio e l'Amore la differenza non e' poi poca. Anche l'odio e', purtroppo una parte esagerata dell'Amore, uno dei sentimenti che comunque ci fa sentire vivi...

E' strano che tu abbia ricevuto un'educazione cosi' rigida mentre sembra trapelare dalle tue parole che tu abbia sempre respirato l'amore per la vita odiando chi la usa solo per respirare ed esserci fuggendo la morte.
Io non ho avuto un fulgido esempio di bel matrimonio, ma mia madre e' una donna forte che mi ha sempre guidata all'Amore e alla fede in Dio, nella vita e nelle persone, per quanto questo mi abbia resa vulnerabile e ingenua.
Ora non sono pronta per amare una persona, e forse non lo saro' piu'.
Ma continuo ad amare la vita.
Perche' se non si ama quella, possiamo accomunarci a chi esiste e respira ancora meccanicamente, che spesso e' molto piu' forte di altri...

danDapit ha detto...

Dolce Primavera...stavolta vengo a risponderti sul tuo blog!
Ciò che scrivi ha un contenuto denso...e, o lascio stare, o ti rispondo ai vari elementi che sento emergono...
see you later!