03 dicembre 2006

Sofia Coppola "Marie Antoinette"



Non so se sono una pessima estimatrice di film, dato che, con una veloce occhiata alle recensioni e critiche, ho scorto commenti non precisamente favorevoli su Marie Antoinette...
Io invece sono uscita dal cinema con una gradevolissima impressione!
Certo, non è un film dal taglio storico, non è un film appartenente a filoni neorealisti, e neppure di denuncia politica o sociale... Quindi, il punto di vista critico è soggettivo, a seconda delle proprie aspettative!
A me è piaciuto moltissimo il modo in cui è stato costruito. Le immagini si susseguono dando la maggior parte di informazioni, i dialoghi sono minimi; i costumi, le stoffe, i colori, le ambientazioni e la cura dei particolari, sono sfarzosi. Le inquadrature sono piccoli capolavori di fotografia spettacolare!
Lo spirito che scorre è quello di una ragazzina sorridente ed ammiccante alla vita...
Si era alle soglie della rivoluzione francese? I sovrani celebravano il proprio fasto ignorando la fame del popolo?
L'impressione personale è che non fosse questo ciò che voleva focalizzare la regista, e, pur non avendo parlato con Sofia Coppola -e non sapendo direttamente da lei cosa volesse esprimere con "Marie Antoinette"-, desidero dire che la storia di questa ragazzina, raccontata così, a me è piaciuta molto! Una celebrazione della vita! A questo contribuisce la colonna sonora del film, in cui la Coppola ha legato, a scene dei balli di corte, all'incoronazione, alle acconciature di maestri parrucchieri, allo srotolarsi di stole e stoffe preziose, musiche attualissime!
Aphex Twin accanto a Vivaldi, Squarepusher accanto a Domenico Scarlatti, gli Air, i Strokes, i Cure, Siouxsie & The Banshees e le musiche originali di Dustin O’Halloran.
Per i trailers cliccare qui n
Dalla critica di "Indie for bunnies", estraggo:
"Un film in cui tutto si mischia, seguendo un percorso postmoderno che è la rilettura in chiave pop della vita di questa donna di fine settecento: alla musica d’epoca si mischia quella contemporanea, ai rigorosi balli di corte fanno da contrappunto le folli serate in maschera o ai tavoli da gioco, all’amore legale e freddo con il futuro re di Francia si oppone la passione da fotoromanzo per il conte svedese, ai vincoli dell’etichetta rispondono gli sgargianti colori dei dolci e delle caramelle divorate da Maria e dalle sue favorite, così come i costumi d’epoca sono rivisti da Milena Canonero in colori pastello, e ancora le acconciature, le scarpe, i pettegolezzi, i folli animali domestici. Il nobile e il volgare trovano un posto comune, il sublime e il kitsch non sono mai del tutto scissi, Vivaldi si sposa con Siouxsie and the Banshees."
Colonna sonora:
Disco 1:
1. Hong Kong Garden - Siouxsie & The Banshees
2. Aphrodisiac - Bow Wow Wow
3. What Ever Happened - The Strokes
4. Pulling Our Weight - The Radio Dept.
5. Ceremony - New Order
6. Natural’s Not In It - Gang Of Four
7. I Want Candy (Kevin Shields Remix) - Bow Wow Wow
8. Kings Of The Wild Frontier - Adam & The Ants
9. Concerto In G (Score) - Antonio Vivaldi
10. The Melody Of A Fallen Tree - Windsor For The Derby
11. I Don’t Like It Like This - The Radio Dept.
12. Plainsong - The Cure
Disco 2:
1. Intro Versailles (Score) - Brian Reitzell
2. Jynweythek Ylow - Aphex Twin
3. Opus 17 (Score) - Dustin O’Halloran
4. Il Secondo Giorno (Instrumental) - Ai
r5. Keep On Boys - The Radio Dept.
6. Opus 23 (Score) - Dustin O’Halloran
7. Les Baricades Mysterious (Score) - Francois Couperin
8. Fools Rush In (Kevin Shields Remix) - Bow Wow Wow
9. Avril 14th - Aphex Twin
10. K. 213 (Score) - Domenico Scarlatti
11. Tommib Help Buss - Squarepusher
12. Tristes Apprets, Pales Flambeaux - Agnes Mellon
13. Opus 36 (Score) - Dustin O’Halloran
14. All Cats Are Grey - The Cure

Per me è

Da V - E - D - E - R - E !

E da g-u-s-t-a-r-e,
così!
Come
nelle immagini che scorrono,
tra quei sorrisi di giovanissime donne,
si gustano dolci, creme, e petali di rose!

8 commenti:

k ha detto...

Sofia Coppola, non Silvia. Ma questo solo perchè sono un rompiscatole.
Finora mi hanno scoraggiato le critiche, le finanze modeste e la gran varietà di proposte cinematografiche.
Ci faccio un pensiero, da amante della new wave, almeno per la colonna sonora.

Francesco ha detto...

la critica, come libertà d'opinione, è un diritto che spetta a tutti... non necessariamente si deve essere esperti per esprimere un parere... anzi... spesso si è più spontanei...
Mi hai convinto;)

danDapit ha detto...

@ K
uhei! ciao! che piacere ritrovarti da queste parti!
Grazie per l'avviso di correzione...Ma come sono distratta!!! Avevo sotto gli occhi persino la locandina che ho postato, però mi ero fissata con Silvia... Ho corretto, eh eh!
Bè, se vai a vederlo, poi mi dici se ti è piaciuto o se mi vuoi tirare qualche pomodoro addosso??
ciao, a presto!!

danDapit ha detto...

@ Francesco,
ancora grazie per i tuoi incoraggiamenti!
Sì, mi piace il cinema, come anche il gelato...o la cioccolata!
Però mi piace solo la cioccolata nera fondente, e alcuni gusti di gelato, e non mi piacciono i film di guerra, o "troppo americani", o troppo d'azione; per esempio me gusta mucho il cinema francesce... Ma insomma: non sono una che, battendo la lingua sul palato e roteando gli occhi in alto, sentenzia: "oh, questo gelato sa di polverina", "mmmhhh...questo arrosto lo fa meglio la nonna Violetta"... Invece ai critici piace molto entrare nel dettaglio!
Non sono una Critica, io!
E Marie Antoinette l'ho gradito molto per il taglio particolare!
...E anche a te chiedo se, quando lo avrai visto, mi dirai che ne pensi!!
Baci!

ROKKO ha detto...

adesso che mi hai informato che ci sono musiche dell adorata,dolce,stupenda,magica,carismatica Susan Janet Dallion, in arte Siouxsie Sioux(cantante e fondatrice Souxsie & The banshees)e quel malato di Aphex Twin, io andro' a vedere questo film che sapevo che era uscito, ma pensavo fosse il solito bibliografia pallosa.
thanks dani...ti diro'

danDapit ha detto...

Ok Rokko!
fammi sapere anche tu...
Magari riceverò un corale "Ma va a quel paese!"...
...Ho sempre delle perplessità per le differenze di gusti tra uomini e donne, sia per cinema, sia per libri... sia per altro, senza che ora mi ci metta a pensare, per elencare dell'altro!

In quanto alla biografia di M.Antoinette, è assai breve, in quanto breve è stata la sua vita, ma poi come l'ha trattata la Sofia Coppola... così gustosa, sorridente, giovane, ammiccante, rockettara!...beeehhhh flash biography a suon di rock!
Baci!

Sara Sidle ha detto...

Non avendo visto il film, non posso giudicare. Ti dico solo che grazie alla tua recensione così appassionata e piena di enfasi, mi hai fatto venir voglia di andarlo a vedere. E' sempre un piacere leggerti.
Ciaooo!

danDapit ha detto...

Ciao Sara!
contentissima che tu sia tornata!!
Grazie per ciò che mi dici, e...come agli altri, chiedo di farmi sapere poi l'esito post film!
Bella responsabilità, senza volerlo, mi sono data!!! ah ah!!
ciaooo, ritornerò da te, eh!